IRSINA: IL RISVEGLIO CONTADINO

Nella notte fonda del 14 ottobre 1947, il paese si svegliò, come per incanto in un’ atmosfera frenetica: la popolazione contadina si apprestava ad invadere le terre incolte o mal lavorate del latifondo, per occuparle o dissodarle, alla ricerca affannosa di una fonte di lavoro, la mobilitazione avvenne spontaneamente. Furono i primi segnali di risveglio sociale dei braccianti, degli operai, dei lavoratori in genere alla ricerca di migliori condizioni di vita. In quel periodo la disperazione delle nostre popolazioni assunse aspetti preoccupanti per l’ordine pubblico. In quella notte, nell’animo dei contadini scattò un barlume di speranza; finalmente la TERRA!                                                

Descrizione: https://irsinalabasilicataelariformaagrarianelxxsecolo.wordpress.com/wp-includes/js/tinymce/plugins/wordpress/img/trans.gif        Organizzati in gruppi, a piedi, in biciclette, cavalcando asini, muli e vecchi giumenti, i contadini raggiunsero quasi tutte le contrade del nostro immenso agro. Solamente le proprietà di don Pierino Amato non furono invase ed occupate dai contadini irsinesi, perché don Pierino Amato era considerato proprietario saggio, illuminato, generoso, vicino al popolo.

 

Su ogni fondo occupato tracciavano un solco lungo il confine, delimitando la parte espropriata; in mancanza di aratri, fissavano nel terreno aste di canna con la scritta “esproprio contadino”. Si restava sul fondo tutta la giornata propagando possibili lavori di dissodamento e di trasformazione. In loco si suddivise equamente l’estensione del terreno occupato. Dopo la marcia dal paese alle terre, si ritornò in paese, tra lo sguardo attonito, quasi incredulo degli altri che non avevano osato l’avventura. In serata i protagonisti dell’esproprio contadino si assiepararono in assemblea nella sezione del P.C., partito politico che organizzava il mondo del lavoro. La Democrazia Cristiana, altra forza politica presente con la propria sezione, rinserrata nei locali dell’Azione Cattolica, vagheggiava il rinnovamento della società su metri diversi.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...