IRSINA – BORGO TACCONE

Ad Irsina le lotte agrarie avevano assunto aspetti particolarmente pericolosi per la classe dirigente. Bisognava pensare ad un insediamento rurale duraturo e in grado di fornire tutti i servizi utili ad una comunità creata ex novo, una specie di fiore all’occhiello dell’intera riforma fondiaria in Basilicata. BORGO TACCONE, per chi passa lungo la strada Statale 96 bis che collega Oppido Lucano a Bari. Intorno al borgo, le terre sono di colore marrone e ocra, interrotta dal verde di pochi alberi sopravvissuti al disboscamento per creare terre da mettere a grano e cereali. Quando fu costruito il borgo aveva la scuola elementare, l’ufficio postale, lo sportello bancario, la caserma dei carabinieri, l’ambulatorio, l’ostetrica che abitava in una villetta. Le case degli assegnatari erano di 8 ettari ciascuna, l’ampiezza era di 80 metri quadri. Per circa 15 anni il borgo è stato messo a ferro e fuoco dalle braccia e dal cervello dei contadini che finalmente ne possedevano un pezzetto.

Dopo circa 15 anni di intense attività, l’esodo dalla terra riprese. Borgo Tccone iniziò a spopolarsi. Oggi in quel vecchio borgo risiedono

Descrizione: https://irsinalabasilicataelariformaagrarianelxxsecolo.wordpress.com/wp-includes/js/tinymce/plugins/wordpress/img/trans.gif5 famiglie; alcuni proprietari di case nel borgo le hanno ristrutturate e in queste case passano alcuni giorni di festa durante l’anno.

Chi vive da 50 anni a Borgo Taccone è Emilio Guglielmo che con la sua famiglia gestisce un bar trattoria in un edificio nel borgo e se oggi qualche turista si ferma a visitare il paesaggio dell’agricoltura a Borgo Taccone lo deve soprattutto alla famiglia Guglielmo. Emilio insieme ai figli ha creato un campetto da calcetto, un parco giochi per bimbi, un prato all’inglese davanti alla sua trattoria dove si fermano militari, carabinieri, finanzieri, poliziotti e automobilisti. Il signor Guglielmo ha chiesto tantissime volte all’ASIA, Agenzia Lucana per l’Innovazione e lo Sviluppo in Agricoltura un aiuto per far rinascere il borgo, ma si scontra sempre con una burocrazia macchinosa.

Lungo Borgo Taccone regna il silenzio, ininterrotto dall’abbaiare dei cani ed è uno dei pochi luoghi in cui si respira l’area degli anni Cinquanta e Sessanta del Novecento.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...